Riscaldamento a pavimento come funziona

Riscaldamento a pavimento

Riscaldamento a pavimento o a pannelli radianti

Ferrari Impianti si occupa di sistemi di efficienza energetica e installa impianti di riscaldamento a pavimento a Como e in provincia di Como. Oggi approfondiremo il tema del riscaldamento a pannelli radianti cercando di affrontare le criticità legate all’argomento. Tutte le domande sui sistemi radianti e la differenza tra sistemi a pavimento e pannelli radianti.

Sistemi radianti a pavimento, parete e soffitto: quali differenze?

Questi sistemi radianti sfruttano tutti il medesimo principio per la climatizzazione degli ambienti. I sistemi radianti a soffitto e a parete sono più veloci ad arrivare a regime perché di base non hanno il massetto sopra il pacchetto radiante. Dunque sono frequentemente preferiti soprattutto se il raffrescamento è una componente importante del sistema. Questo in quanto permette di avere rese migliori, soprattutto in abbinamento a impianti di deumidificazione.

Pannelli radianti opinioni

Sistemi radianti e facilità di installazione

Di contro i sistemi radianti possono risultare meno semplici da installare. Infatti  nel sistema a soffitto bisogna creare un struttura di sostegno. Quindi, nella fase di installazione l’idraulico e chi esegue la controsoffittatura devono lavorare in stretta sinergia. Soprattutto per il sistema a parete, l’arredo determina un forte condizionamento (se si posiziona un armadio davanti ad una parete non si scalda la stanza ma l’armadio…).

Tali vincoli risulterebbero ancor più evidenti nel momento in cui si decidesse di cambiare l’arredamento, poiché bisognerebbe comunque rispettare l’impianto esistente. Con l’impianto radiante di riscaldamento a pavimento l’installazione è più semplice e meno soggetta alle disposizioni degli arredi.

Riscaldamento a pavimento opinioni

Perché i sistemi radianti consentono di ridurre i consumi?

Il concetto di base è molto semplice. Mandando in circolo nell’impianto acqua meno calda, si spende meno energia per scaldarla. I sistemi radianti permettono infatti di riscaldare ampie superfici a bassa temperatura. Pertanto richiedono minor energia per riscaldare l’acqua necessaria al loro funzionamento e, quindi per portare in temperatura i locali. Rispetto ai sistemi tradizionali, la temperatura dell’aria può essere mantenuta molto più bassa perché si ha un irraggiamento diretto dal pavimento e quindi un’immediata percezione del calore.

I sistemi radianti di riscaldamento a pavimento possono essere installati ovunque?

In linea di principio non vi sono particolari limitazioni all’installazione di sistemi a pannelli radianti. Tuttavia per ogni realizzazione è comunque fondamentale considerare le specifiche progettuali dell’immobile come le dispersioni termiche calcolate. In generale, si consiglia comunque l’installazione in edifici di nuova costruzione o in caso di ristrutturazioni importanti che prevedano anche il rifacimento dell’impianto idraulico e/o dei pavimenti.

Riscaldamento a pavimento come funziona

I sistemi radianti si possono installare sotto qualsiasi pavimentazione?

Il tipo di pavimentazione scelta (legno, ceramica …) non influisce sui sistemi radianti di riscaldamento a pavimento. Contrariamente a quanto spesso si sente dire, gli impianti a pavimento sono un’ottima soluzione anche quando si opta per una pavimentazione in legno. Ovviamente la qualità della progettazione, dei materiali scelti e le modalità di posa possono influire sul risultato finale. Per questo installatori capaci e prodotti garantiti e performanti.

Perché le pompe di calore sono il generatore di calore ideale per questi sistemi?

La pompe di calore è il prodotto perfetto se fatto lavorare a bassa temperature come serve nei sistemi di riscaldamento a pavimento a pannelli radianti. Le pompe di calore sono sicure poiché non utilizzando combustibili fossili. Si elimina così il pericolo di scoppio ed incendio e non emettono gas nocivi.

Inoltre, scegliendo una pompa di calore come generatore per l’impianto, si riduce il rischio di svalutazione futura dell’immobile. Questo perché, dato che le vigenti normative richiedono il ricorso ad energia prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili.

Pannelli riscaldanti pavimento

Gli impianti di riscaldamento a pavimento sono salutari?

Ti sarà sicuramente capitato di sentir dire che gli impianti a pavimento possono provocare vaso dilatazioni delle vene delle gambe con conseguente gonfiore agli arti inferiori. Nei primi impianti a pavimento radiante degli anni ‘60, quando la tecnica e l’esperienza erano minori, l’acqua circolava ad alta temperatura 50-60 °C e portava il pavimento a temperature troppo elevate, con effettivi danni alla salute in quanto la temperatura del pavimento era superiore o molto vicina a quella del corpo umano. Ovviamente oggi non è più così, dunque anche questo rischio è scongiurato.

Impianti a pavimento e normativa

L’attuale normativa sugli impianti a pavimento radiante prevede che la temperatura superficiale del pavimento non possa superare i 29°C nelle zone di soggiorno permanente. Inoltre, gli impianti a pavimento contribuiscono a creare un microclima interno stabile e sano, senza sbalzi di temperatura ed a piena garanzia di un assoluto comfort abitativo. Data l’assenza di pulviscolo sospeso (grazie alla riduzione al minimo dei moti convettivi dell’aria) si evitano irritazioni alle vie respiratore, problemi derivanti da specifiche allergie alla polvere, nonché i vistosi baffi neri che si possono osservare sui muri, in corrispondenza dei radiatori.

Ferrari impianti di Anzano del Parco è inoltre membro AIRE, Associazione Italiana Risparmio Energetico.

Pompe di calore riscaldamento a pavimento