Lavaggio impianto riscaldamento

Il lavaggio dell’impianto di riscaldamento

Una delle operazioni che vengono proposte in fase di sostituzione della caldaia è il lavaggio dell’impianto di riscaldamento. Si tratta di un intervento utile che fa parte della manutenzione dell’impianto, e diventa tanto più importante quanto più l’impianto è vecchio; in alcuni casi è un’operazione resa obbligatoria per legge, quindi è necessario farla. Ferrari impianti effettua il lavaggio dell’impianto di riscaldamento nel caso di sostituzione caldaia a Como e provincia.

Lavaggio impianto di riscaldamento: cos’è

L’acqua che abbiamo nell’impianto di riscaldamento, quella che va dalla caldaia ai termosifoni, nella maggior parte delle situazioni non viene mai cambiata, è un circuito chiuso in cui la stessa acqua, vecchia di anni (20, 30 anni) passa dalla caldaia ai termosifoni di casa e viceversa, senza mai interrompere questo ciclo.

Alla lunga i componenti dell’acqua hanno un’azione sull’impianto stesso, sulle tubature, sui termosifoni e sulla caldaia. Il cloro contenuto nell’acqua, i metalli, l’ossigeno disciolto, fanno azione di corrosione e ossidazione. Si deposita nelle tubature dei fanghi detti anche “morchie”  che peggiorano lo scambio termico e quindi l’efficienza dell’impianto di riscaldamento.

Questo meccanismo va avanti spesso per anni ed anni, e ovviamente alla lunga ci possono essere dei problemi, e inefficienze. Il lavaggio dell’impianto evita che questo possa succedere, ripristinando la funzionalità iniziale.

Il lavaggio dell’impianto viene eseguito utilizzando una pompa esterna, e va ad inserire un prodotto che viene sciolto in acqua e lasciato agire per rimuovere le incrostazioni senza danneggiare l’impianto. A questo punto viene rimossa tutta l’acqua presente e viene sostituita con nuova acqua e un secondo prodotto protettivo, così da ripristinare la condizione iniziale del nostro impianto.

Lavaggio impianto di riscaldamento: è obbligatorio?

Il lavaggio dell’impianto di riscaldamento è obbligatorio solamente in certe situazioni.

Il Decreto del Presidente della Repubblica 59/2009 ci dice, all’Articolo 4, punto 14, lettera A, che in alcuni casi è necessario “un trattamento chimico di condizionamento” dell’impianto, un altro modo per parlare del lavaggio dell’impianto (che infatti viene trattato chimicamente con i prodotti che abbiamo menzionato prima).

Il lavaggio è obbligatorio solamente quando si effettua un intervento sull’impianto, ovvero nello specifico (Art. 14):

  • Nel caso della realizzazione di un nuovo impianto, non esistente precedentemente;
  • Quando si effettua una ristrutturazione di un edificio, quando la ristrutturazione va ad interessare anche l’impianto stesso;
  • Nel caso in cui vengano sostituiti i generatori di calore, ovvero le caldaie. Va fatto qualunque sia il motivo della sostituzione, e per motivi tecnici è importantissimo quando si sostituisce la caldaia tradizionale con la caldaia a condensazione.

Lavaggio impianto di riscaldamento: quando è consigliato

Nei casi precedenti non si può evitare il lavaggio, mentre negli altri casi può essere comunque effettuato, ma è facoltativo. E’ consigliato, se ci sono problemi da ostruzione, nei seguenti casi:

  • Alcune stanze sono più fredde rispetto ad altre;
  • L’impianto impiega molto tempo per riscaldarsi;
  • Alcuni radiatori sono freddi anche se aperti, in particolare nella parte inferiore;
  • La caldaia è più rumorosa del normale.

I vantaggi che si ottengono con il lavaggio dell’impianto

I vantaggi del lavaggio dell’impianto di riscaldamento sono quelli che abbiamo appena visto. Tra i problemi che vengono risolti, infatti, ci sono:

  • La corrosione dovuta alle sostanze che stagnano in acqua;
  • L’eliminazione delle alghe che si possono essere formate nell’impianto;
  • La rimozione degli eventuali depositi di calcare.

Tutto questo, se è passato molto tempo dall’ultimo lavaggio o se per 30 anni non è stato mai eseguito, porta ad un risparmio energetico sul consumo di gas metano che arriva fino a 150 euro all’anno, per una famiglia media.

Il lavaggio dell’impianto non è un intervento costoso: i prezzi vanno da 200 a 400 euro, in modo molto indicativo, che comprendono il tempo necessario per il lavoro e il prodotto utilizzato per la pulizia: il costo si ammortizza in tempi brevi con il risparmio sulla bolletta del metano.

Ecobonus agevolazioni fiscali

Ecobonus novità 2018

Ecobonus: novità 2018

Ferrari impianti si occupa di efficienza energetica a Como e in provincia di Como. Tra i nostri servizi la sostituzione caldaia per beneficiare delle agevolazioni fiscali caldaia. Oggi illustreremo le novità ecobonus 2018.

L’Enea (agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha pubblicato sul suo sito le principali novità introdotte in merito all’Ecobonus. Le novità sulle agevolazioni riguardano l’efficienza energetica, nonché l’elenco delle misure confermate.

Sarà disponibile a breve la pubblicazione sugli aspetti tecnici, procedurali e di controllo. Inoltre verranno resi disponibili i vademecum relativi ai singoli interventi.

Agevolazioni fiscali ecobonus 2018

  • detrazione fiscale al 65% per:
    • interventi di coibentazione dell’involucro opaco,
    • pompe di calore,
    • sistemi di building automation,
    • collettori solari per produzione di acqua calda,
    • scaldacqua a pompa di calore,
    • generatori ibridi, cioè costituiti da una pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro,
  • detrazione fiscale al 70% e al 75% le aliquote di detrazione pergli interventi di tipo condominiale per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 con il limite di spesa di 40.000 euro moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio. Qualora gli stessi interventi siano realizzati in edifici appartenenti alle zone sismiche 1, 2 o 3 e siano finalizzati anche alla riduzione del rischio sismico determinando il passaggio a una classe di rischio inferiore, è prevista una detrazione dell’80%. Con la riduzione di 2 o più classi di rischio sismico la detrazione prevista passa all’85%. Il limite massimo di spesa consentito, in questo caso passa a 136.000 euro, moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio.

Riduzione detrazione Ecobonus

Si ha invece una riduzione dell’aliquota di detrazione dal 65% al 50% per:

  • interventi relativi alla sostituzione di finestre comprensive d’infissi,
  • schermature solari,
  • caldaie a biomassa,
  • caldaie a condensazione, che continuano ad essere ammesse purché abbiano un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n.18/2013.
  • Le caldaie a condensazione possono, tuttavia, accedere alle detrazione fiscale del 65% se oltre ad essere in classe A sono dotate disistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V, VI o VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02.

Resta sempre è comunque possibile usufruire del conto termico.

Riscaldamento a pavimento come funziona

Riscaldamento a pavimento

Riscaldamento a pavimento o a pannelli radianti

Ferrari Impianti si occupa di sistemi di efficienza energetica e installa impianti di riscaldamento a pavimento a Como e in provincia di Como. Oggi approfondiremo il tema del riscaldamento a pannelli radianti cercando di affrontare le criticità legate all’argomento. Tutte le domande sui sistemi radianti e la differenza tra sistemi a pavimento e pannelli radianti.

Sistemi radianti a pavimento, parete e soffitto: quali differenze?

Questi sistemi radianti sfruttano tutti il medesimo principio per la climatizzazione degli ambienti. I sistemi radianti a soffitto e a parete sono più veloci ad arrivare a regime perché di base non hanno il massetto sopra il pacchetto radiante. Dunque sono frequentemente preferiti soprattutto se il raffrescamento è una componente importante del sistema. Questo in quanto permette di avere rese migliori, soprattutto in abbinamento a impianti di deumidificazione.

Pannelli radianti opinioni

Sistemi radianti e facilità di installazione

Di contro i sistemi radianti possono risultare meno semplici da installare. Infatti  nel sistema a soffitto bisogna creare un struttura di sostegno. Quindi, nella fase di installazione l’idraulico e chi esegue la controsoffittatura devono lavorare in stretta sinergia. Soprattutto per il sistema a parete, l’arredo determina un forte condizionamento (se si posiziona un armadio davanti ad una parete non si scalda la stanza ma l’armadio…).

Tali vincoli risulterebbero ancor più evidenti nel momento in cui si decidesse di cambiare l’arredamento, poiché bisognerebbe comunque rispettare l’impianto esistente. Con l’impianto radiante di riscaldamento a pavimento l’installazione è più semplice e meno soggetta alle disposizioni degli arredi.

Riscaldamento a pavimento opinioni

Perché i sistemi radianti consentono di ridurre i consumi?

Il concetto di base è molto semplice. Mandando in circolo nell’impianto acqua meno calda, si spende meno energia per scaldarla. I sistemi radianti permettono infatti di riscaldare ampie superfici a bassa temperatura. Pertanto richiedono minor energia per riscaldare l’acqua necessaria al loro funzionamento e, quindi per portare in temperatura i locali. Rispetto ai sistemi tradizionali, la temperatura dell’aria può essere mantenuta molto più bassa perché si ha un irraggiamento diretto dal pavimento e quindi un’immediata percezione del calore.

I sistemi radianti di riscaldamento a pavimento possono essere installati ovunque?

In linea di principio non vi sono particolari limitazioni all’installazione di sistemi a pannelli radianti. Tuttavia per ogni realizzazione è comunque fondamentale considerare le specifiche progettuali dell’immobile come le dispersioni termiche calcolate. In generale, si consiglia comunque l’installazione in edifici di nuova costruzione o in caso di ristrutturazioni importanti che prevedano anche il rifacimento dell’impianto idraulico e/o dei pavimenti.

Riscaldamento a pavimento come funziona

I sistemi radianti si possono installare sotto qualsiasi pavimentazione?

Il tipo di pavimentazione scelta (legno, ceramica …) non influisce sui sistemi radianti di riscaldamento a pavimento. Contrariamente a quanto spesso si sente dire, gli impianti a pavimento sono un’ottima soluzione anche quando si opta per una pavimentazione in legno. Ovviamente la qualità della progettazione, dei materiali scelti e le modalità di posa possono influire sul risultato finale. Per questo installatori capaci e prodotti garantiti e performanti.

Perché le pompe di calore sono il generatore di calore ideale per questi sistemi?

La pompe di calore è il prodotto perfetto se fatto lavorare a bassa temperature come serve nei sistemi di riscaldamento a pavimento a pannelli radianti. Le pompe di calore sono sicure poiché non utilizzando combustibili fossili. Si elimina così il pericolo di scoppio ed incendio e non emettono gas nocivi.

Inoltre, scegliendo una pompa di calore come generatore per l’impianto, si riduce il rischio di svalutazione futura dell’immobile. Questo perché, dato che le vigenti normative richiedono il ricorso ad energia prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili.

Pannelli riscaldanti pavimento

Gli impianti di riscaldamento a pavimento sono salutari?

Ti sarà sicuramente capitato di sentir dire che gli impianti a pavimento possono provocare vaso dilatazioni delle vene delle gambe con conseguente gonfiore agli arti inferiori. Nei primi impianti a pavimento radiante degli anni ‘60, quando la tecnica e l’esperienza erano minori, l’acqua circolava ad alta temperatura 50-60 °C e portava il pavimento a temperature troppo elevate, con effettivi danni alla salute in quanto la temperatura del pavimento era superiore o molto vicina a quella del corpo umano. Ovviamente oggi non è più così, dunque anche questo rischio è scongiurato.

Impianti a pavimento e normativa

L’attuale normativa sugli impianti a pavimento radiante prevede che la temperatura superficiale del pavimento non possa superare i 29°C nelle zone di soggiorno permanente. Inoltre, gli impianti a pavimento contribuiscono a creare un microclima interno stabile e sano, senza sbalzi di temperatura ed a piena garanzia di un assoluto comfort abitativo. Data l’assenza di pulviscolo sospeso (grazie alla riduzione al minimo dei moti convettivi dell’aria) si evitano irritazioni alle vie respiratore, problemi derivanti da specifiche allergie alla polvere, nonché i vistosi baffi neri che si possono osservare sui muri, in corrispondenza dei radiatori.

Ferrari impianti di Anzano del Parco è inoltre membro AIRE, Associazione Italiana Risparmio Energetico.

Pompe di calore riscaldamento a pavimento

 

 

Ferrari Impianti è partner AIRE

Siamo partner AIRE “Associazione Italiana Risparmio Energetico”

Abbiamo il piacere di comunicare che FERRARI IMPIANTI è PARTNER di AIRE, Associazione Italiana Risparmio Energetico. Ferrari Impianti si occupa di efficienza energetica a Como e provincia. Nello specifico ci occupiamo di:

  • Risparmio energetico
  • Impianti idraulici
  • Climatizzazione estiva
  • Impianti elettrici
  • Manutenzione impianti
  • Agevolazioni fiscali

Utilizziamo tecnologie come caldaie a condensazione o pompe di calore. Installiamo pannelli fotovoltaici, solari termici e pannelli radianti. Siamo specializzati nell’installazione e manutenzione di valvole termostatiche, illuminazione a led e sistemi idrici. Ci occupiamo inoltre di Ventilazione Meccanica Controllata.

AIRE: associazione italiana risparmio energetico

AIRE è un’Associazione voluta da un gruppo di imprenditori che operano nel settore dell’efficienza energetica impianti, termo e idraulica ed elettrica.

Dunque, riunisce un gruppo di piccole e medie imprese che si occupano di installazione, manutenzione, riparazione e riqualificazione di impianti tecnologici. Inoltre, vi sono anche studi di consulenza e progettazione selezionati. Naturalmente copriamo insieme tutti i settori della filiera edile e che comprendono le attività legate al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili.

Grazie alla collaborazione di partner qualificati di servizi, quali banche, assicurazioni e professionisti in ambito legislativo, normativo, fiscale, tecnico e formativo, AIRE fornisce ai propri associati un servizio di qualità a 360°.

Il cliente al centro dell’attività di AIRE

Proprio per fornire una risposta rapida e completa alle esigenze del consumatore finale, è stata costituita un’associazione composta sia da imprese sia da studi di consulenza e progettazione selezionati. Perciò, copriamo tutti i settori della filiera edile come costruzioni, impianti, isolamenti, serramenti. Non solo, ci occupiamo inoltre di tutte le attività legate al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili.

In pratica, le referenze di ciascuna azienda sono sinonimo di garanzia, serietà e professionalità. Di conseguenza, vengono selezionati prodotti e sistemi testati e garantiti da fornitori ufficiali. I quali, a loro volta, garantiscono livelli qualitativi di alta gamma e rispetto di tutte le normative vigenti.

Vantaggi di scegliere professionisti certificati AIRE

L’affiancamento di partner di servizi quali banche, assicurazioni e professionisti che offrono qualità e competenza nell’ambito legislativo e formativo, permette di fornire un servizio completo e altamente qualificato.

Naturalmente, i comportamenti adottati dalle imprese AIRE derivano e sono derivati da un Codice Etico. Esso viene applicato con coerenza e responsabilità da tutti gli associati.

Lo sviluppo è sostenibile se soddisfa i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere le possibilità per le generazioni future di soddisfare i propri bisogni.

Smart home caldaia

Smart home e caldaia a condensazione

Caldaia e smart home: alta affidabilità, basse emissioni inquinanti, costi ridotti di gestione

Le caldaie a condensazione sono ormai diventate il punto di riferimento per i nuovi impianti che per le sostituzioni di vecchi apparecchi. Rendono la casa più smart e permettono di contenere i consumi. La caldaia nuova permette di inquinare molto meno e di risparmiare sui consumi energetici. Tecnologiche, efficienti, prestazionali, sono modelli dal cuore green che rispettano l’ambiente. Ferrari impianti si occupa di efficienza energetica e sostituzione caldaie a Como e provincia. Grazie alla nostra esperienza siamo in grado di guidarvi nella scelta migliore, tenendo conto anche delle regole da seguire per ottenere i benefici fiscali del 50 e del 65%.

All’interno di un edificio residenziale, circa l’8O% dell’energia utilizzata è rivolta al riscaldamento e alla produzione di acqua calda sanitaria; da ciò si capisce come sia molto importante il ruolo della caldaia a condensazione.

Caldaia smart: sostituzione di vecchi apparecchi

E’ importante considerare che la sostituzione della caldaia obsoleta con una a condensazione, abbinata alla messa a punto del sistema di termoregolazione, comporta risparmi energetici che, in media, possono essere compresi fra il 20% e il 30%. Queste soluzioni possono portare l’impianto, composto da caldaia e controllo remoto, al raggiungimento della classe A+.

Smart home e caldaia nuova

Nel settore delle caldaie le soluzioni smart sono legate alle App per il controllo e gestione a distanza dell’apparecchio e del sistema di riscaldamento da smartphone o tablet. Un dispositivo di controllo si collega al wi-fi di casa e con l’app si può gestire le temperature e gli orari da remoto. Inoltre è possibile anche un monitoraggio da parte del centro assistenza. Resta possibile il comando locale e altre funzioni legate alla geolocalizzazione.

Caldaia rendimenti elevatissimi

Le caldaie a condensazione raffreddano i fumi, ovvero i gas combusti caldi prodotti dalla combustione, fino a farne condensare il vapore d’acqua contenuto, recuperandone in parte il calore latente. Per fare ciò però la caldaia deve essere messa in condizioni di lavorare correttamente. Recupero del calore latente e ampie superfici di scambio portano questi apparecchi ad avere rendimenti maggiori del 100% sul potere calorifico inferiore del combustibile.

L’apparente paradosso del superamento della soglia del 100% si spiega considerando che l’energia messa a disposizione da un combustibile è individuata dal suo potere calorifico; questo si distingue in inferiore (PCI) e superiore (PCS). La differenza tra potere calorifico superiore e inferiore sta proprio a indicare se il calore latente del vapore acqueo generato dalla combustione è perso (potere calorifico inferiore) o recuperato (potere calorifico superiore).

Normalmente il rendimento delle caldaie tradizionali è calcolato prendendo come riferimento il PCI. Ciò spiega come sia possibile che una caldaia a condensazione abbia un rendimento maggiore del 100%. La caldaia va però messa nelle condizioni giuste per far si che lavori correttamente, altrimenti i vantaggi sono limitati: ad esempio la temperatura di ritorno dell’acqua deve essere la più bassa possibile, in tutte le condizioni di carico.

Infatti, se l’acqua di ritorno è troppo calda, non sarà in grado di raffreddare i fumi sotto alla loro temperatura di rugiada, impedendo la condensazione. È fondamentale, quindi, porre attenzione alle circuitazioni per l’allacciamento della caldaia, alle portate d’acqua in caldaia e alle regolazioni, ma sono utili anche interventi di isolamento termico dell’edificio per poter abbattere i consumi del 20- 30%.

Caldaia a condensazione

Caldaia a condensazione

Caldaia a condensazione: migliori rendimenti, recuperando il calore dai fumi

La caldaia a condensazione, come tutte le caldaie, ha lo scopo di scaldare l’acqua. Vengono interessate sia le acque circolanti nell’impianto per il riscaldamento degli ambienti, sia quelle destinata ad uso sanitario. La caldaia a condensazione ha il miglior rendimento «assoluto›› di combustione (oltre al 100%). Questo perché recupera buona parte del calore dei fumi, che normalmente viene disperso dal camino. Noi di Ferrari impianti siamo specializzati nell’installazione di caldaie a condensazione a Como e Lecco. Oltre ai benefici energetici, sostituire la vostra caldaia vi darà accesso alle agevolazioni fiscali previste dalla finanziaria 2016. Sostituire la caldaia porta benefici anche ai condomini: leggi la guida di Viessman Italia sulle detrazioni fiscali sostituzione caldaia.

Caldaia a condensazione benefici

La condensazione consente di avere il miglior rendimento “medio stagionale”. Quando la caldaia lavora a potenza ridotta (ovvero la maggior parte dell’anno) il rendimento rimane elevato, a differenza di quello di una caldaia tradizionale.

Questo consente una riduzione dei consumi di combustibile e di conseguenza la caldaia a condensazione inquina meno. La riduzione del consumo e la migliore combustione comportano minori emissioni di CO2 e di altri componenti inquinanti.

Il rendimento migliora ulteriormente grazie all’installazione delle valvole termostatiche sui radiatori, le quali permettono alla caldaia di operare nelle condizioni ottimali.

Migliori rendimento = minori sprechi = minori consumi = bollette più leggere

Incentivi fiscali caldaia a condensazione

Inoltre sostituendo una vecchia caldaia con una a condensazione si ha una detrazione fiscale del 65%.

Ferrari Impianti ti propone soluzioni PERSONALIZZATE per la sostituzione della tua vecchia caldaia con PAGAMENTI RATEALI in bolletta con importi da € 70,00 al mese tutto compreso.

Il risparmio economico generato dai minori consumi uinito alla detrazione fiscale del 65% pagano la rata della nuova caldaia più efficiente, più ecologica, più sicura.

Caldaia manutenzione e sostituzione

Sostituzione caldaia: cosa c’è da sapere

Sostituzione caldaia e informazioni utili

Più del 70% delle caldaie installate nelle case degli italiani sono poco efficienti. Questo perché molto spesso sono prodotti obsoleti e non efficienti dal punto di vista dei consumi. Ferrari impianti è specializzata nei sistemi di efficienza energetica a Como e provincia e offre consulenza sui metodi per generare calore. Ecco cosa devi sapere sulla sostituzione della caldaia.

La bolletta del metano rappresenta una spesa importante per le finanze di ogni famiglia. Ecco perché, se anche tu ti trovi nella stessa situazione, potrebbe essere giunto il momento di valutare il cambio del generatore di calore.

Sostituzione caldaie: cosa c’è da sapere

Vediamo cosa c’è da sapere quando dobbiamo sostituire il generatore di calore e quali sono le soluzioni più efficienti per effettuare una sostituzione conveniente.

I generatori di calore possono continuare a funzionare anche per più di 15 Anni. Però, più il tempo passa più l’efficienza dell’apparecchio diminuisce.

Quando è opportuno provvedere alla sostituzione della caldaia con modelli più avanzati?

Sicuramente quando, in caso di rotture o guasti, la riparazione di una vecchia caldaia  non risulta essere una soluzione conveniente.

Inoltre considera che con una nuova caldaia a condensazione ti permette di:

  • Risparmiare energia e, di conseguenza, abbassare l’importo della bolletta. Una caldaia a condensazione può farti risparmiare fino al 30 % di metano rispetto alla vecchia caldaia.
  • Puoi implemetare il sistema per sfruttare fonti di energia alternative e rinnovabili e ridurre le emissioni, nel pieno rispetto dell’ambiente.
  • Migliorare la classe energetica dell’impianto e, di conseguenza, dell’abitazione. Otterrai così un incremento della valutazione di mercato del tuo immobile.
  • Non sostenere più costi dovuti alla manutenzione straordinaria di un prodotto obsoleto.

Inoltre, devi sapere che lo stato incentiva l’efficientamento energetico. La sostituzione  della tua vecchia caldaia può beneficiare delle detrazioni fiscali del 65% e del 50%.

Sostituire la caldaia: come scegliere quella nuova

Dal settembre 2015 le caldaie tradizionali non possono più essere prodotte e i generatori tradizionali sono stati sostituiti dalle caldaie a condensazione. Questi prodotti sono molto più efficienti, con un alto rendimento e una maggiore sensibilità nei confronti dell’ambiente.

Come funziona la caldaia a condensazione

Le caldaie a condensazione sfrutta il calore latente contenuto nei fumi di scarico. Ciò permette di alzare i rendimenti e abbassare consumi ed emissioni inquinanti, con un risparmio in bolletta che può arrivare fino al 30%.

Puoi installare un apparecchio a condensazione e trovare un vantaggio economico anche se non hai il riscaldamento a pavimento. Il beneficio lo avrai anche con i tuoi radiatori.

Detrazione fiscale, risparmio in bolletta e sostituzione caldaie

La sostituzione della caldaia è il miglio investimento per te e la tua casa. questo perché è uno degli interventi di riqualificazione energetica per i quali si può ottenere la detrazione fiscale del 65%. A questo link la guida alle Detrazioni fiscali sostituzione caldaia. Il recupero di oltre la metà della spesa, unito al risparmio in bolletta, ti permettono di ammortizzare l’investimento in pochi anni.

Ventilazione meccanica controllata Como Lecco

Ventilazione meccanica controllata per migliorare la vivibilità dell’ambiente domestico

Ventilazione meccanica controllata

Rimuovendo l’aria inquinata e sostituendola con aria fresca e pulita, è possibile migliorare notevolmente il vostro ambiente interno. Noi di Ferrari Impianti siamo specializzati nella manutenzione di impianti idraulici ed elettrici a Como e in provincia. La purificazione dell’aria è possibile grazie ai nuovi impianti di ventilazione meccanica controllata.

Passiamo molto tempo all’interno delle nostre case. Le ricerche dimostrano che trascorriamo in casa circa il 50% nel nostro tempo sia da svegli che mentre dormiamo. Per questo motivo la qualità dell’aria che respiriamo in casa è molto importante.

Ventilazione meccaniza controllata: sostituzione dell’aria

Un impianto di VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA rimuove l’aria vecchia e inquinata e la sostituisce con aria fresca e trattata. In questo modo è possibile migliorare notevolmente l’ambiente interno e la qualità della vita domestica.

Sono in corso diversi studi che indagano il legame tra le allergie e la qualità dell’aria interna (IAQ). La maggior parte di essi sono orientati nella stessa direzione: la necessità di un maggiore flusso di aria fresca nelle case.

Ventilazione meccanica controllata: la strategia di Ferrari impianti

Sempre crescente è inoltre la richiesta di efficienza energetica e di recupero di energia. Da molti anni, la strategia di FERRARI IMPIANTI è quella di progettare e installare efficaci impianti di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore, ventilatori efficienti per ridurre al minimo i consumi energetici. La chiave per la creazione di una qualità dell’aria interna ottimale è una ventilazione ad alta efficienza energetica con i prodotti e le soluzioni che negli anni abbiamo selezionato e testato.

VMC e muffa

Un impianto di ventilazione meccanica controllata inoltre è una valida soluzione per eliminare muffe e macchie dai muri di casa. Questi problemi spesso legati alla mancanza di ricambio d’aria si possono eliminare e risolvere definitivamente con un impianto di ventilazione meccanica ben progettato e dimensionato.

Rivolgiti a FERRARI IMPIANTI per una consulenza.

Sistemi radianti ed efficienza energetica

Sistemi radianti: riscaldamento e raffreddamento in casa

I sistemi radianti: caldo e freddo nell’ambiente domestico

Percepire il comfort intorno a noi, significa vivere una sensazione di naturale benessere. Come ottenere il confort in casa sia durante l’estate che durante l’inverno? I sistemi radianti, comunemente detti di riscaldamento/raffreddamento a pavimento, parete o soffitto, sono i migliori sistemi di emissione del calore, utilizzati sia per riscaldare un ambiente in inverno che per rinfrescarlo in estate.

Ferrari impianti è specializzata nell’installazione di sistemi radianti, meglio conosciuti come sistemi di riscaldamento a pavimento a Como, Lecco e in tutta la Brianza.

Lo scambio termico avviene per irraggiamento con grandi superfici, che produce effetto confortevole in maniera naturale. Il risultato è un ambiente caldo in inverno e fresco in estate, con il minimo dispendio energetico.

Sistemi radianti per l’inverno: il riscaldamento a pavimento

In inverno, l’acqua proveniente dal generatore di calore, a soli 35°C circa, porta l’ampia superficie radiante (pavimento, parete o soffitto) ad una temperatura in grado di rendere l’ambiente confortevole per irraggiamento, cioè scambiando calore che viene subito avvertito dal corpo umano.

L’irraggiamento permette di riscaldare e rendere confortevole l’ambiente portando alcune superfici (tipicamente il pavimento) ad una temperatura sufficiente a trasmettere calore alle persone in maniera naturale, senza muovere l’aria. Il meccanismo dell’irraggiamento è quello svolto dal sole con la superficie terrestre.

I sistemi radianti non sono dannosi alla salute, anzi offrono una sensazione di benessere negli ambienti in cui sono posti.

Sistemi radianti per l’estate

In estate si può utilizzare l’impianto radiante per raffrescare l’ambiente, facendo scorrere nei tubi dell’acqua a bassa temperatura, avendo cura di regolare opportunamente l’umidità interna ai locali.

Il condizionatore, dunque, avrà il solo scopo di deumidificare l’ambiente e renderlo piacevolmente fresco e confortevole.

Impianti radianti ed efficienza energetica

Gli impianti radianti possono essere a pavimento, parete, soffitto. Garantiscono la massima efficienza energetica dell’impianto termico. Possono funzionare a medio/bassa temperatura o a bassa temperatura ed eliminano l’ingombro dei caloriferi.

Permettono sia il riscaldamento che il rinfrescamento, (con l’integrazione con opportuni sistemi di regolazione dell’umidità). Con impianti a pannelli radianti a pavimento, a parete o a soffitto, la caldaia a condensazione offre il massimo delle prestazioni di Risparmio Energetico.

Sono inoltre la soluzione più indicata per gli impianti alimentati con energie alternative (pompe di calore geotermica e solare termico). Nei sistemi di emissione a convezione (i tradizionali caloriferi) il calore è generato scaldando l’aria.

Climatizzatori a Como

Climatizzatori Mutisplit

Climatizzatori Mutisplit: risparmio energetico, confort e benessere

Ferrari impianti si occupa di installazione impianti ad alta efficienza energetica a Como e provincia. Per abbassare la temperatura, l’umidità e rendere l’aria più pura e respirabile. Hanno consumi di energia ridotti e creano un clima su misura per le tue esigenze. Cresce l’esigenza, da parte dei consumatori, di disporre di una soluzione multisplit, in modo da poter climatizzare tutta l’abitazione oppure alcune zone. Infatti, con un climatizzatore monosplit, solo un ambiente viene rinfrescato, quindi appena si esce dall’oasi climatica creatasi si rischia di avvertire molto lo sbalzo climatico.

Per questo motivo i condizionatori multisplit sono sempre più evoluti tecnologicamente, con grande attenzione al risparmio energetico, all’ambiente, ma anche al comfort.

Climatizzatori multisplit e risparmio energetico

Nell’ottica del risparmio energetico, i risultati migliori si ottengono con i compressori dotati di tecnologia inverter, che hanno il grande vantaggio di ottenere un rapido raggiungimento della temperatura scelta nell’ambiente e mantenerla costante senza fastidiosi sbalzi. La potenza viene modulata in funzione dell’aumento/diminuzione dei carichi termici nell’ambiente; dopo aver raggiunto la temperatura impostata, viene regolata costantemente la velocità di rotazione del compressore in modo da poter funzionare alla potenza minima.

Altro fattore che indica il livello di prestazioni dell’apparecchio, e quindi anche il risparmio energetico, sono le sigle SEER (Stagional Energy Efficiency Ratio) e SCOP (Stagional Coefficient of Performance), che ne indicano l’efficienza stagionale: in primo per il raffreddamento e il secondo per il riscaldamento, nel caso di modelli a pompa di calore. Questi e altri fattori portano i climatizzatori a raggiungere le classi di efficienza migliori, ovvero dalla A alla A+++.

Tecnologia e risparmio energetico per i climatozzatori multisplit

I climatizzatori sono apparecchi di alta tecnologia e performance, in cui ogni aspetto è importante. Ne è esempio l’attenzione per la diffusione e distribuzione del flusso d’aria, per cui l’aria fredda viene direzionata al soffitto e quella calda a pavimento, creando uniformità ed evitando fastidiosi flussi d’aria diretti. ln questo modo si evitano correnti fredde e il flusso si distribuisce meglio e con maggiore uniformità, ma si evitano anche problemi di raffreddori e dolori cervicali. Anche i sensori hanno un ruolo importante nelle performance di un climatizzatore. Ne sono esempio i sensori di presenza, grazie ai quali l’apparecchio passa automaticamente in modalità risparmio energetico se non rileva la presenza di persone nel locale nell’arco di alcuni minuti, per poi ritornare al funzionamento normale quando ritornano. Il sensore di movimento, invece, rileva la presenza di persone nell’ambiente climatizzato ed evita getti d’aria diretti, sia in modalità raffrescamento che riscaldamento.

Controllo a distanza e con wifi per i climatizzatori multisplit

La smart home è in continua evoluzione e ampliamento, con gli elettrodomestici sempre più connessi. Il settore dei climatizzatori è stato uno dei primi che ne è stato coinvolto, perché il beneficio per il consumatore è tangibile, infatti tramite il controllo da remoto è possibile attivare, impostare e monitorare il propri impianto da smartphone o tablet, anche se siamo distanti da casa. Possiamo creare il microclima ideale e su misura per le nostre necessità, in modo da tornare a casa e trovarla già fresca, ma anche evitare di fare funzionare il sistema se non serve, consumando meno energia. Il nostro dispositivo mobile, ovvero smartphone o tablet si trasforma in un vero e proprio telecomando, utilizzabile anche all’interno dell’abitazione.

Il funzionamento è semplice da realizzare: indispensabile è disporre di una connessione internet in casa in modo che il climatizzatore si colleghi in WI-FI al modem. Tramite una App da scaricare gratuitamente il dispositivo mobile diventa uno strumento per controllare il climatizzatore a distanza.